Un commento su “Pier Paolo Pasolini: oggi solo la sua poesia ci può salvare

  1. Questo mio articolo si pone in diretta polemica con l’opinione di Marco Belpoliti, pubblicata anni or sono su questo mio blog, che ha voluto ridurre l’affaire della morte dello scrittore a una mera vicenda di un rapporto sessuale finito male perché non consenziente. Belpoliti con la sua operazione demitizza la figura di Pasolini, che sì era uomo, sì aveva sbagliato, ma era anche Poeta della realtà e della verità. Credo dunque che l’intervento di Belpoliti, seppur comprensibile, sia riduttivo. Se Pasolini muore, muore un pezzo di cultura italiana. Se Pasolini viene mistificato, è perché trionfano il perbenismo e l’omofobia. E’ per questo che io combatto contro questo riduzionismo. Anche se Pasolini fosse stato ucciso dal solo Pelosi, infatti, sono sicura che quel giorno stesso molti si saranno sfregati le mani. Perché era morta, finalmente, la coscienza del Paese italico, che da allora non ha più avuto un angelo custode come Pier Paolo ad indicargli qual era il proprio destino, e quali sarebbero stati i suoi doveri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...